ACAL
Chi siamo
Statuto e Consiglio
Associati
Norme
Modalità d'uso
Area Associati
Contatti


www.uni.com

 


Linee Guida Scale

 
Modalità d'uso
DISEGNI NORMA UNI EN 131
 

SCALE

- D.Lgs. 09.04.2008 n° 81 (G.U. n° 101 del 30.04.08) “Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro”.

UNI EN 131 (maggio 2007) “Scale portatili” parti 1° - 2° - 3° - 4°

D.Lgs. 06.09.2005 n° 206 (G.U. n° 235 del 08.10.05 Suppl. Ordinario n° 162) “Codice del Consumo”.

Per poter dichiarare una scala portatile conforme alla vigente normativa (D.lgs. 09 aprile 2008, n. 81 art. 113), il costruttore deve:

1. progettarla e realizzarla in conformità a quanto disposto dal D.lgs. 81/2008;

2. dotarla di un manuale che riporti le istruzioni relative all'uso e alla manutenzione secondo le prescrizioni del D.lgs. 81/2008.

Il D.lgs. 81/2008 ammette una deroga (Allegato XX) alle disposizioni di carattere costruttivo di cui ai commi 3, 8 e 9 dell'art. 113, che sono così riassumibili:

1. comma 3, scale portatili semplici - indicazioni sui materiali impiegati, prescrizioni costruttive per scale in legno, indicazioni sui dispositivi antisdrucciolevoli da porre alle estremità;

2. comma 8, scale portatili composte di due o più elementi innestati (tipo all'italiana o simili) - non devono superare i m 15 di lunghezza, salvo particolari esigenze; se più lunghe di m 8 devono essere munite di rompitratta per ridurre la freccia di inflessione;

3. comma 9, scale doppie - non devono superare l'altezza di m 5 e devono essere dotate di dispositivo che impedisca l'apertura della scala oltre il limite prestabilito di sicurezza.

Le condizioni per poter derogare da quanto prescritto dai citati commi 3, 8 e 9 dell'art. 113 del D.lgs. 81/2008, sono le seguenti:

1. le scale portatili siano costruite conformemente alla norma tecnica UNI EN 131;

  • il costruttore fornisca le certificazioni previste dalla norma tecnica citata, emesse da un laboratorio ufficiale;
  • le scale portatili siano accompagnate da un foglio o libretto recante una serie di informazioni sul tipo di prodotto, sul corretto impiego dello stesso, sulla manutenzione e conservazione. Sul libretto dovranno inoltre essere riportati gli estremi del laboratorio che ha effettuato le prove previste dalla norma tecnica UNI EN 131, i numeri di identificazione dei certificati e la data del loro rilascio, dovrà infine essere riportata una dichiarazione del costruttore di conformità alla norma tecnica UNI EN 131.

DURANTE L’USO

1. Le scale portatili possono essere usate solo per lavori leggeri e di breve durata, intervallando l'attività con riposi a terra

2. non superare il carico massimo consentito sulla scala

3. la scala deve essere utilizzata da una sola persona alla volta

4. salire sempre frontalmente mantenendo il corpo centrato rispetto ai montanti

5. avere sempre una presa sicura a cui sostenersi con una mano quando si sale, si scende o ci si posiziona sulla scala

6. posizionare sempre entrambi i piedi su un solo gradino/piolo

7. non posizionare mai un piede su un gradino/piolo e l'altro su un altro piano

8. non sporgersi lateralmente per nessun motivo

9. non applicare sforzi eccessivi con gli attrezzi da lavoro per evitare scivolamenti o ribaltamenti

10. non salire con materiali pesanti o ingombranti, nel caso si dovessero utilizzare attrezzi da lavoro è necessario disporre di un contenitore porta attrezzi agganciato alla scala o alla vita

11. non salire mai oltre il quart'ultimo gradino/piolo della scala se non è presente una piattaforma con parapetto o guarda corpo

12. nel caso di scale trasformabili in tre tronchi usate doppie, non salire mai oltre il piolo in corrispondenza del vertice formato dai due tronchi posti a terra, usando il terzo tronco, sfilato per almeno 4 pioli, come parapetto

13. non salire sul tronco di sostegno delle scale doppie

14. nessun operatore deve trovarsi sulla scala quando se ne effettua lo spostamento

15. a fine attività riportare la scala alla minima altezza nella posizione di chiusura

16. riporre l'attrezzatura in un luogo coperto, possibilmente aerato e non esposto alle intemperie, lontano dalla portata dei bambini.

MANUTENZIONE E RIPARAZIONE

1. La periodicità dei controlli a vista deve essere giornaliera e nel caso di un uso non quotidiano ogni volta prima dell'uso

2. I controlli più significativi da effettuare sono i seguenti

  • integrità dei montanti e dei gradini/pioli
  • stato di usura dei piedini antiscivolo
  • integrità dei dispositivi di sicurezza, di scorrimento e di aggancio
  • innesto piolo-montante
  • integrità delle saldature, quando presenti

3. Effettuare periodicamente la pulizia generale della scala, facendo uso di un leggero detergente

4. Eventuali riparazioni devono essere effettuate solo dal costruttore, al fine di non perdere la validità delle certificazioni da questo emesse per ogni tipo di scala

5. Nel caso di sostituzione di componenti o accessori, devono essere usati solo elementi originali

PONTEGGI

STABILITA’

a) I ponti a torre su ruote devono essere montati ed usati solo in assenza di vento;

b) le staffe stabilizzatrici devono essere montate, in funzione della configurazione e dell'altezza da raggiungere, secondo quanto indicato.

c) il carico orizzontale massimo applicabile, per esempio per effetto del lavoro in corso su una struttura adiacente, è di kg 25, inteso come somma dei carichi applicati dai vari operatori presenti sul ponteggio;

d) i ponti su ruote a torre lasciati incustoditi per motivi di sospensione temporanea del lavoro o per la presenza di vento, devono essere ancorati saldamente ad una struttura fissa stabile;

e) alla sommità del ponte non devono essere aggiunte ulteriori sovrastrutture e non devono essere montate schermature di qualsiasi natura, come graticciati, teloni od altro.

CONTROLLI PRELIMINARI

a) Verificare che il ponte su ruote a torre sia stato montato in posizione verticale, seguendo regolarmente e completamente le indicazioni del fornitore atte a garantire un'esecuzione a regola d'arte;

b) verificare che nessuna modifica ambientale possa influire sulla sicurezza di utilizzo del ponte mobile (gelo, pioggia, vento, …).

UTILIZZO

a) Non è consentito aumentare l'altezza degli impalcati mediante l'uso di scale, casse o altri dispositivi;

b) è obbligatorio accedere al piano di lavoro dall'interno della torre, secondo una delle tre possibilità previste:

► scala verticale a pioli, in questo caso i telai laterali portanti fungono loro stessi da scala, avendo i traversi con superficie antiscivolo e posti ad una distanza tale da rientrare tra i passi regolamentari

► scala inclinata a pioli

► scala inclinata a gradini

c) tutti gli impalcati presenti sul ponte, posizionati secondo le indicazioni riportate , anche se usati come piani di passaggio e non di lavoro, devono essere completi delle protezioni laterali e delle tavole fermapiede;

d) ove possibile, i ponti su ruote a torre impiegati all'esterno di edifici, devono essere fissati in modo sicuro all'edificio o ad altra struttura;

  • il sollevamento di utensili e materiali fino ai piani di lavoro deve essere effettuato dall'interno della torre, di piano in piano, attraverso le botole di accesso, facendo uso di funi di adeguate dimensioni a trazione manuale.

Quando ciò non è possibile il sollevamento può essere effettuato dall'esterno della torre, sempre mediante funi di adeguate dimensioni a trazione manuale, per carichi non superiori a Kg 50 e sollevati secondo una direzione verticale parallela alla torre e ad una distanza da questa tale da rimanere all'interno dell'area impegnata dalle staffe stabilizzatrici;

e) non è consentito appoggiare ed utilizzare dispositivi di sollevamento;

f) è proibito saltare sugli impalcati;

g) non è consentito realizzare collegamenti a ponte tra un ponte a torre ed un edificio;

h) i ponti a torre non sono progettati per essere sollevati e sospesi (es. mediante gru da cantiere).

PROCEDURE PER LO SPOSTAMENTO

a) i ponti su ruote a torre possono essere spostati solo manualmente, su superfici compatte, lisce, prive di ostacoli, perfettamente livellate ed in assenza di vento;

b) prima dello spostamento ridurre l'altezza totale del ponte ad un massimo di m 7,00, sollevare da terra i piedini regolabili e le staffe stabilizzatrici di una quantità non superiore a mm 20 e sbloccare il freno delle ruote;

c) nel corso dello spostamento non deve essere superata la normale velocità di cammino;

d) durante lo spostamento sul ponte non si devono trovare materiali e persone;

e) è vietato avvicinarsi alle linee elettriche a meno di m 5,00;

f) a spostamento avvenuto inserire i freni sulle n° 4 ruote, livellare di nuovo il ponte, spostare le staffe stabilizzatrici verso il basso fino a garantire una perfetta aderenza con il terreno.

VERIFICA, CURA E MANUTENZIONE

a) eliminare, dopo un certo numero di impieghi a discrezione dell'operatore, le incrostazioni di malta, cemento, vernici, ecc. eventualmente presenti sui vari componenti;

b) tenere sempre ben lubrificati le viti di serraggio e di regolazione presenti e gli spinotti e i manicotti relativi ai vari raccordi;

c) verificare prima di ogni montaggio il perfetto stato di conservazione dei componenti, provvedendo a sostituire quelli deteriorati o danneggiati con altri dello stesso tipo, assolutamente originali secondo quanto indicato dal costruttore;

nella movimentazione, trasporto e immagazzinaggio avere cura di non sottoporre nessuno degli elementi costituenti il ponte a carichi che possano generare deformazioni permanenti, evitare quindi accatastamenti disordinati ed accatastamenti insieme a materiali di natura diversa.

ACCESSO AI PIANI DI LAVORO

E' obbligatorio accedere ai piani di lavoro dall'interno della torre, i traversi dei telai laterali portanti costituiscono la scala di accesso. Le persone addette ad usare il ponte su ruote a torre devono fare uso di un dispositivo anticaduta collegato a cintura di sicurezza che limiti la caduta libera a non più di m 0,70. Detto dispositivo deve scorrere lungo una fune ancorata superiormente all'ultimo traverso dell'ultimo telaio laterale portante ed inferiormente al blocco porta-ruote della sezione di base. Il dispositivo anticaduta, la cintura di sicurezza e la fune di trattenuta devono essere di tipo omologato. Per l'accesso ai piani mediante scale inclinate vale quanto descritto nel Manuale d'istruzioni EN 1298 .

 
 
© ACAL Associazione Costruttori Attrezzature Lavoro Scale e Ponteggi a Torre su Ruote
Sede Legale ed operativa: Via Botticelli, 24 b - 64026 Roseto (TE) - Tel/Fax: 085.8943284 - Codice Fiscale: 95051170165
associazione.acal@gmail.com                                                                                                                           by WebEconomy.it
Homepage Aggiungi ai preferiti Segnala il sito